• Stampa pagina
  • Versione alto contrasto
  • Versione standard
Scuola

Istituto Statale Istruzione Secondaria Superiore Saviano - Marigliano

Liceo Scientifico – I.P.C.T. – I.P.S.S. - I.P.I.A. – I.P.I.A. SERALE - C.F. 92044650635 - CODICE UNIVOCO PER LA FATTURAZIONE ELETTRONICA: UFDDMG

uffici 081/5110567 - fax 081/5110552 - nais113004@istruzione.it - nais113004@istruzione.it - nais113004@pec.istruzione.it



Piano annuale Regolamento alternanza scuola lavoro 2016-17


Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

SAVIANO - MARIGLIANO
Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore

LICEO SCIENTIFICO – I.P.C.T. – I.P.S.S. – I.P.I.A. – I.P.I.A. SERALE

Corso Italia, 118 – 80039 SAVIANO (NA)

                          Codice Meccanografico NAIS113004

          

 

PIANO ANNUALE ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO 2016/17

 

L’I.S.I.S.S.  Saviano - Marigliano accoglie i seguenti corsi di studio:

  • indirizzo professionale servizi commerciali (I.P.C.), anche con l’opzione servizi di “Promozione grafica e pubblicitaria” (I.P.C.P.) a Saviano;
  • indirizzo professionale servizi socio-sanitari “di base” (I.P.S.S.) a Saviano e “ottico” a Marigliano;
  • indirizzo professionale produzioni artigianali e industriali (I.P.I.A.) a Marigliano con gli ambiti:

- produzioni tessili artigianali

- produzioni industriali

  • un indirizzo professionale manutenzione e assistenza tecnica (M.A.T.) a Marigliano, anche con opzione “Manutenzione mezzi di trasporto” (M.M.T.); 
  • liceo scientifico con indirizzo tradizionale (L.S.) a Saviano;
  • istituto professionale serale produzioni artigianali e industriali e manutenzione e assistenza tecnica a Marigliano;

 

INDIRIZZI DI STUDIO –  SAVIANO

L.S. - Liceo Scientifico

I.P.C. - Professionale Commerciale

I.P.C.P. - Professionale Commerciale - opzione Promozione Commerciale Pubblicitaria

I.P.S.S. - Professionale Socio-Sanitario

 

ATTIVITA’ DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO PREVISTE PER CIASCUN INDIRIZZO:

 

  • Liceo Scientifico – Comune di Cimitile (NA)

Durata: ore 70 classi III – ore 70 classi IV (trasversale)

Progetto: Promozione pubblicitaria di un Bene culturale del territorio nolano  

               “il complesso delle basiliche di Cimitile (NA)”

  • Liceo Scientifico – Museo Diocesano - Nola
  • Durata: ore 70 classi III – ore 70 classi IV (trasversale)

Progetto: Il Villaggio preistorico di Nola

 

  • Professionale Commerciale – Coop. C.S. “Demetra” – Nola (NA)

Durata: ore 100 classi IV – ore 100 classi III

Progetto: Operatore Web Marketing

 

  • Opzione Promozione Commerciale Pubblicitaria - Comune di Cimitile (NA)

Durata: ore 200 – classe III C – ore 200 classe IV C

PROGETTO: Promozione pubblicitaria di un Bene culturale del territorio nolano

                  “il complesso delle basiliche di Cimitile (NA)”

 

  • Opzione Promozione Commerciale Pubblicitaria - Città della Scienza (NA)

Durata: ore 45 Classe III C – ore 45 Classe IV C

Progetto: “I formaggi vanno in classe”

 

  • Opzione Promozione Commerciale Pubblicitaria - Città della Scienza (NA)
  • Durata: ore 100 classi IV – ore 100 classi III

Progetto: Il giornale “Monitore Napoletano

 

  • Professionale Socio-Sanitario – Preghiera–Poveri–Pace / Comunità di Sant’Egidio -  Nola (NA)
  • Durata: ore 100 classi IV – ore 100 classi III

Progetto: Solidarietà e terzo settore: scuola in azione!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INDIRIZZI DI STUDIO – MARIGLIANO

I.P.T.S. – Professionale Tessile Sartoriale

M.A.T. – Manutenzione e Assistenza Tecnica

M.M.T. – Manutenzione Mezzi di Trasporto

S.S.S.O.  – Servizi Socio Sanitari Ottico

 

ATTIVITA’ DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO PREVISTE PER CIASCUN INDIRIZZO:

 

  • Professionale Tessile Sartoriale – Città della Scienza (NA)

Durata: ore 35 classe IV A – ore 35 classe VA – ore 35 classe V B

Progetto: “I formaggi vanno in classe”

 

Progetto: Industria tessile di qualità

 

  • Professionale Tessile Sartoriale – Canzanella (NA)
  • Durata: ore 100 classi III – ore 100 classi IV (trasversale)

Progetto: Sartoria teatrale

 

  • Manutenzione e Assistenza Tecnica – Romano Autogas (Elettronico)–Pomigliano d’Arco (NA)
  • Durata: ore 100 classi III – ore 100 classi IV (trasversale)

Progetto: Mappature, centraline, controllo numerico e digitale processi.

 

  • Manutenzione Mezzi di Trasporto. - Romano Autogas (Produzione)–Pomigliano d’Arco (NA)
  • Durata: ore 100 classi III – ore 100 classi IV (trasversale)

Progetto: Impianti di trasformazione motori a gas liquido e metano.

 

  • Servizi Socio Sanitari - Ottico – Ottica Iovino - Cimitile (NA)
  • Durata: ore 100 classi III – ore 100 classi IV (trasversale)

Progetto: La professione di ottico nella modernità.

 

 

 

 

 

 

 

REGOLAMENTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO

Per le attività di Alternanza Scuola – Lavoro

Con appunti disciplinari per le attività

 

Riferimenti normativi

D.lvo 77/05

L. 107/15

 

Il potenziamento dell’offerta formativa in alternanza scuola lavoro trova puntuale riscontro nella legge 13 luglio 2015, n.107, recante “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”, che ha inserito organicamente questa strategia didattica nell’offerta formativa di tutti gli indirizzi di studio della scuola secondaria di secondo grado come parte integrante dei percorsi di istruzione. Il ruolo dell’alternanza scuola lavoro nel sistema di istruzione ne esce decisamente rafforzato. Rispetto al corso di studi prescelto, la legge 107/2015 stabilisce un monte ore obbligatorio per attivare le esperienze di alternanza che dal corrente anno scolastico 2015/16 coinvolgeranno, a partire dalle classi terze, tutti gli studenti del secondo ciclo di istruzione. Con queste nuove modalità di attivazione, le caratteristiche intrinseche dell’alternanza scuola lavoro delineate dalle norme in precedenza emanate cambiano radicalmente: quella metodologia didattica che le istituzioni scolastiche avevano il compito di attivare in risposta ad una domanda individuale di formazione da parte dell’allievo, ora si innesta all’interno del curricolo scolastico e diventa componente strutturale della formazione “al fine di incrementare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti” .

Le convenzioni con Associazioni/Enti e Aziende per l’Alternanza devono prevedere

I termini e le condizioni per lo svolgimento delle attività;

La sede di svolgimento - stabilimento/reparto/ufficio;

Il tutor scolastico

Il tutor aziendale 

Il nominativo dello stagista  tirocinante o l’elenco degli stessi

Azienda ospitante  tempi di accesso ai locali aziendali:  Orari da concordare con l’aziende in fase di espletamento delle attività.

Periodo di tirocinio

 Polizze assicurative:

·         Responsabilità civile e R.C.T.  posizione corrente polizza della scuola. 

       Compagnia UNIPOL – posizione corrente polizza della scuola. 

 

 

Lo stage di Alternanza ha lo scopo di formare figure  di studenti/lavoratori in grado di svolgere la funzione con un elevato grado di autonomia e di padronanza operativa.

Le conoscenze e le tecniche acquisite saranno inoltre di supporto a quanti intendono orientarsi verso il  mondo imprenditoriale o delle professioni, risultando ad ogni modo integrative e propedeutiche rispetto ai saperi stabiliti dai piani di studio curriculari. Essi permetteranno, infine, un confronto tra le aspirazioni e le attitudini  lavorative dei corsisti e le esigenze, in termini di professionalità, richieste dal mondo del lavoro dello specifico comparto.

 

Contenuti

  • Orientamento – fase teorica formativa ed informativa  -10 ore in azienda e/o scuola

Tutor aziendale e tutor didattico dovranno rendere consapevoli gli allievi dei meccanismi che possano facilitare il loro inserimento nel mondo lavorativo, attraverso la costruzione di un proprio curriculum vitae e la ricerca delle potenziali offerte di lavoro, valorizzandone il profilo, ridefinendolo sulla scorta delle caratteristiche di quelli più ricercati nella realtà occupazionale del momento. Presentazione dell’azienda in cui dovranno operare.

  • Stage aziendale – fase applicativa, n ore.

Lo stage sarà finalizzato al raggiungimento degli obiettivi sopra citati

 

Metodologie  

L'approccio didattico utilizzato sarà quello di una metodologia attiva e partecipativa, sviluppando tra i corsisti il sapere, il saper essere ed il saper fare, necessari per espletare l'attività specifica per la quale il formando è’ indirizzato.

Saranno presentate situazioni semplici, reali ma soprattutto operative, per pervenire ad applicazioni lavorative ed imprenditoriali formalizzate.

Saranno previste lezioni partecipative, tecniche di simulazione, nonché esercitazioni e business game  per l'area delle conoscenze, unitamente a tecniche di role playing per l'empowerment e per l'area della capacità.

Numerosi saranno anche i momenti di APPRENDIMENTO INFORMALE durante i quali gli allievi saranno messi a confronto con problematiche tecniche al fine di promuovere un apprendimento 'in situazione'.   

 

Il processo formativo sarà improntato alla massima trasparenza e all’applicazione delle linee guida e delle disposizioni normative, del Ministero dell’Istruzione, a garanzia del miglior impiego possibile delle risorse economiche messe a disposizione.

 

L’Istituzione preposta alla formazione si impegna in convenzione con l’ Ente incaricato:

  • a consegnare ai genitori ed ai partecipanti il programma delle attività da attuarsi in Italia, completo di numeri telefonici utili, indirizzo dell’azienda e dell’alloggio;
  • a realizzare un percorso formativo sull’acquisizione delle conoscenze e delle competenze nei settori specificati nel patto formativo e riflettenti gli indirizzi di studio della scuola;
  • a fornire certificazione attestante la frequenza e le conoscenze/competenze acquisite, a fronte di adeguate attività di verifica e valutazione;
  • a sovrintendere a tutte le fasi del progetto le cui finalità sono quelle di valorizzare le eccellenze, dando loro l’opportunità di :
  • Acquisire la capacità di usare le conoscenze e le competenze da spendere con padronanza in contesti reali e anche in ambiti professionali;
  • Ancorare il processo formativo a concrete situazioni reali al fine di migliorare e sviluppare le competenze acquisite nell’ambito scolastico definendo le proprie aspettative lavorative;
  • Verificare modelli di buona prassi all'interno di contesti organizzativi;
  • Stimolare nuovi apprendimenti;
  • Valorizzare la diversità dei partecipanti .

 

Gli Alunni si impegnano:

  • a garantire la frequenza per un numero di ore non inferiore al 75% del monte ore totale;
  • a rispettare rigorosamente gli orari delle attività;
  • a lavorare con continuità, impegno e precisione;
  • a collaborare attivamente con il gruppo di progetto;
  • accettare le condizioni relative al soggiorno;
  • a tenere un comportamento rispettoso nei riguardi di tutte le persone e le strutture con le quali verrà a contatto nelle sedi delle attività progettuali;

I Genitori si impegnano

  • a conoscere il progetto;
  • a collaborare con l’Istituzione per il conseguimento degli obiettivi indicati.
  • autorizzano il/la proprio/a figlio/a a partecipare al suddetto progetto si impegnano, nel caso in cui il/la proprio/a figlio/a, dopo aver aderito, non intenda partecipare alle attività progettuali senza una motivazione valida, a rimborsare la quota prevista per il viaggio e il soggiorno;
  • nel caso di comportamento scorretto e/o allontanamento da parte dell’azienda, a prelevare personalmente i propri figli,
  • esonerano la Scuola da qualsiasi responsabilità nel caso in cui il/la proprio/a figlio/a dovesse arbitrariamente prendere delle iniziative personali che non sono incluse nel programma condiviso
  • a comunicare tempestivamente ogni allergia, intolleranza alimentare, necessità di terapia continuativa ecc. di cui abbia bisogno il figlio/a.

 

REGOLE DI COMPORTAMENTO DURANTE GLI   STAGE DI ALTERNANZA SCUOLA - LAVORO

  1. Puntualità.
  2. Non allontanarsi  per nessun motivo  dal  gruppo ricordando  di portare  sempre  con  sé  il programma dettagliato con indirizzi e numeri telefonici.
  3. Rispetto assoluto delle persone, delle cose e dell’ambiente in cui ci si trova.
  4. Svolgere le attività di stage nel pieno rispetto delle regole e delle leggi in materia di lavoro.
  5. Rispettare le direttive impartite dai tutor ( aziendale e scolastico).
  6. Comunicare ogni problema ed ogni difficoltà.
  7. Chiarezza, correttezza e rispetto nei confronti di tutti gli accompagnatori.
  8. Evitare comportamenti esibizionistici o non conformi al comune buon senso.
  9. Avere sempre un comportamento individuale responsabile.
  10. Chi rompe, paga!

 

Inoltre, laddove le attività prevedano un soggiorno residenziale

  • Nell’albergo  silenzio assoluto  dopo il rientro;  evitare  di sbattere le  porte e circolare  per le stanze.
  • Radio e registratori  sempre a basso volume  e spenti  dopo le  ore 23.00: chi vuole  riposare deve poterlo fare .
  • E’  vietato   introdurre   nella   stanza  sostanze  od oggetti   nocivi,  pericolosi   di  qualsivoglia natura. In caso di utilizzo di stupefacenti si procederà immediatamente a denunciare alle forze dell’ordine.
  • Per ragioni di pericolosità e igiene è sempre  vietato fumare nelle stanze.

 

Qualora queste regole venissero disattese, oltre alla maggiore responsabilità civile e penale,  scatteranno tutte le sanzioni disciplinari previste, tra cui telefonate ai genitori e rientro anticipato a carico della famiglia. Naturalmente i danni arrecati saranno posti a carico dei responsabili.

 

In caso di necessità saranno tentati n° 3 contatti con la famiglia per concordare i provvedimenti necessari.

 

In caso di contatto impossibile si provvederà direttamente come sopra riportato.

 

Approvato in sede di approvazione del PtOF 2016/19


Percorso

Homepage  -  Piano triennale e documenti vari - regolamenti   -  Documentazioni  - Piano annuale Regolamento alternanza scuola lavoro 2016-17

 


Corsi serali per lavoratori



Trasparenza



Menu principale


Pon FSE 2014.2020